L'aspartame fa male più dello zucchero perché è cancerogeno. Eliminate i dolcificanti.

  

Quando si va al bar a prendere un caffè, oltre allo zucchero bianco raffinato del quale abbiamo tanto parlato male perché dannoso per la nostra salute, molti chiedono la bustina di dolcificante, basato principalmente su Aspartame, credendo in questo modo di fare cosa gradita al nostro corpo, ma così non è. Infatti, vi sono degli studi che dimostrano che l'Aspartame è ancora peggio dello zucchero, tale da essere considerato da alcuni scienziati (e anche dal noto programma televisivo Report) come probabile additivo cancerogeno.

A quanto spiega Report, nella puntata di Aprile 2012, negli anni 70 furono condotti studi sull'argomento, che non evidenziarono la cancerogenicità di questo dolcificante, ma alla fine degli anni 90 la Fondazione Europea di Oncologia e Scienze Ambientali Ramazzini di Bologna, programmò un esperimento sui ratti, al termine del quale si evidenziò che l'Aspartame incideva significativamente sulla formazione dei linfomi e delle leucemie nelle cavie.

Se consideriamo, inoltre, che questo dolcificante viene usato in moltissimi prodotti, quali gomme da masticare, yogurt, bevande light, caramelle e persino medicinali, ne ingurgitiamo di veleno...

Bisogna senza dubbio tornare indietro, limitando i dolci e scegliere la frutta al posto delle paste e dei bignè al cioccolato, ma se non si può fare a meno del caffè zuccherato, chiediamo lo zucchero di canna (magari biologico come il Mascobado), che fa un po' meno danni dello zucchero bianco e dei dolcificanti a base di aspartame.

Storia dell'aspartame

L'aspartame non è stato approvato per il suo uso alimentare all'anno 1981. Per oltre otto anni la FDA (Food and Drug Administration - Amministrazione degli Alimenti e dei Farmaci americana) ha rifiutato di approvare l'uso dell'aspartame a seguito delle convulsioni e dei tumori al cervello che questa sostanza ha causato nelle cavie da laboratorio. L'FDA in seguito ha continuato a rifiutare di rendere lecito l'aspartame fino a che il presidente Reagan non salisse al potere (era molto amico della G. D. Searle - azienda farmaceutica che detiene il brevetto dell'aspartame, adesso nota come Monsanto, acquisita da Pfizer) e licenziasse il responsabile della FDA che aveva negato l'approvazione dell'aspartame. Successivamente, il Dott. Arthur Hull Hayes fu nominato nuovo responsabile e diete l'ok all'uso dell'aspartame. Ma la forte opposizione per l'approvazione da poco avvenuta continuava a tal punto che venne nominata una divisione investigativa per scoprire la reale qualità dell'aspartame.

Il responso della Commissione non tardò ad arrivare e tuonò così: "non approvare l'aspartame".


Aspartame fa male, è cancerogeno ed è in tutti i cibi e i dolci e le bevande.

Tuttavia il Dott. Hayes passò nuovamente sopra agli studi scientifici e ignorò la decisione della commissione, approvando ugualmente la sostanza apparentemente nociva. Poco tempo dopo aver approvato l'utilizzo dell'aspartame anche nelle bevande, il commissario Arthur Hull Hayes, firmò un ricco contratto lavorativo di collaborazione con l'agenzia delle pubbliche relazioni della G.D. Searle.

Guarda la puntata di Report sull'Aspartame

Ecco il video della puntata di Report in cui si spiega la nascita dell'Aspartame come farmaco anti-ulcera, e che poi è stato convertito in dolcificante artificiale proprio per fare più profitti rispetto a un banale farmaco anti ulcera. Dalla strategia di marketing per convertirlo in vendita di massa sulla popolazione americana agli studi sui danni alla salute e al fatto che non è vero che è un "dolcificante magro".


   

  
  


Informazione libera online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

.