Guido Gozzano, poesia "Il Buon Compagno"

  

A cura di Mammut

Tra le poesie che più mi sono rimaste impresse negli ultimi decenni, questa è una di quelle il cui ricordo non mi lascia mai indifferente e che vorrei condividere con i lettori di NeverSleep.

Il buon compagno

Non fu l'Amore, no. Furono i sensi
curiosi di noi, nati pel culto
del sogno... E l'atto rapido, inconsulto
ci parve fonte di misteri immensi.

Ma poi che nel tuo bacio ultimo spensi
l'ultimo bacio e l'ultimo sussulto,
non udii che quell'arido singulto
di te, perduta nei capelli densi.

E fu vano accostare i nostri cuori
già riarsi dal sogno e dal pensiero;
Amor non lega troppo eguali tempre.

Scenda l'oblio; immuni da languori
si prosegua più forti pel sentiero,
buoni compagni ed alleati: sempre.


   

  
  


Informazione libera online.
Resta aggiornato cliccando su Mi Piace

.