Ricetta fluidi non newtoniani

Un fluido non newtoniano è un fluido (non un liquido, badate bene) in cui gli sforzi sono direttamente proporzionali alla velocità di deformazione applicatagli.

Si tratta più propriamente di fluidi dove la viscosità è costante indipendentemente dalla velocità con cui viene misurata. Per tradurla in un linguaggio ancora più semplice da comprendere: si tratta di fluidi che continuano a scorrere indipendentemente dalla forza che agisce su di essi.

Per meglio capire è sufficiente l’esempio dell’acqua: se la versate in un contenitore, e la girate rapidamente con un cucchiaio, l’acqua non varierà la sua resistenza con l’aumentare della velocità con cui la girate. Un fluido, invece, si definisce non newtoniano quando la sua viscosità varia col variare dello sforzo ad esso applicato. Per conoscere meglio questo tipo di fluidi, vi rimandiamo alla pagina cosa sono i fluidi non newtoniani, video e dimostrazioni.

Fluidi non newtoniani.

come realizzare i fluidi non newtoniani, la ricetta e gli ingredienti

Eccovi una rapida guida in italiano per realizzare, in cucina, un fluido non newtoniano, per divertirsi con i propri figli e/o fidanzati!

Ricetta per fluidi non newtoniani, un gioco da ragazzi

  • Una scatola di Maizena (amido di mais) da 250 grammi, anche la fecola di patate andrà benissimo se non trovate l’amido di mais. Prezzo: 0.90€
  • Una bacinella capiente
  • Due bicchieri di acqua tiepida
  • Un cucchiaio

Versate 1/3 dell’amido di mais (o della fecola di patate se non avete trovato la Maizena) nel contenitore, fino ad ottenere una piccola montagna. Aggiungete pian piano l’acqua tiepida e mescolate lentamente, perché gli amidi normalmente sono composti che assorbiranno velocemente l’acqua.

Non appena otterrete una morbida pastella è il momento di aggiungere un altro 1/3 di amido e potete a questo punto proseguire fino a svuotare tutta la scatola di Maizena.

Giunti a questo punto dovrete provare e collaudare il risultato ottenuto, in molto semplice. Provate a dare un pugno forte alla melma: se il liquido schizza e si disperde avete messo troppa acqua, se invece resta nella bacinella senza neanche macchiarvi le mani, allora avete dosato bene gli ingredienti.
Attenzione, perché, trattandosi di una sospensione di particelle di Maizena nell’acqua, dopo qualche tempo il fluido perderà le sue proprietà non newtoniane e l’amido si depositerà sul fondo e l’acqua resterà nella parte alta del contenitore. Sarà tuttavia sufficiente rimescolare il tutto per riprodurre nuovamente la melma non newtoniana con le proprietà non lineari di cui godeva in precedenza.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *